Stemma del Comune di Capoterra Comune di Capoterra
pagina Facebook pagina Twitter pagina Youtube pagina Google+
prova06.jpg

Fatturazione elettronica

 

Modalità di fatturazione verso il Comune di Capoterra, comunicazione ai fornitori dei Codici identificativi degli uffici destinatari della fatturazione elettronica ai sensi del D.M n.55 del 3 aprile 2013


Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giungo 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art. 1 commi da 209 a 214.
Si comunica pertanto che:
•    a decorrere dal 31/03/2015, i fornitori dell’Ente dovranno obbligatoriamente inviare la fattura esclusivamente in formato elettronico, secondo il formato di cui all’allegato A del citato DM n.55/2013, attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) gestito dall’Agenzia delle Entrate;
•    trascorsi 3 mesi dalla suddetta data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.
Per le finalità di cui sopra, l’articolo 3 comma 1 del citato DM n.55/2013 prevede che l’Amministrazione individui i propri Uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche inserendoli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA).
Il Codice Univoco Ufficio è l’informazione obbligatoria della fattura elettronica che consente al Sistema d’Interscambio (SdI) di recapitare correttamente la fattura elettronica.

Si riportano, di seguito, i Codici Univoci Uffici a cui indirizzare, a far data dal 31/03/2015, le fatture elettroniche del Comune di Capoterra per le diverse tipologie di contratto/ordini fornitura:

Anagrafe Stato Civile, Elettorale, Commercio, Sport e Spettacolo CDQ7AE
Personale FIGRNH
Affari Legali 4FRCJE
Lavori Pubblici E Servizi Tecnologici 5233AD
Servizio Viabilità B1RHA1
Servizi Ambientali e Cimiteriali DF0TEW
Manutenzione Edifici Pubblici ZFS62O
Servizio Idrico Integrato E731SB
Toponomastica 4FU266
Protezione Civile JJL333
Edilizia Privata, Urbanistica e Suap G9FBJI
Ragioneria Economato Provveditorato IEFG3B
Polizia Locale 9FAPQ7
Tributi E3AH7D
Segreteria e AA.GG. 9PSOD2
Politiche Sociali 7BD8D1
Pubblica Istruzione, Lingua Sarda, Cultura 3GGEBE

Tale codice è un elemento essenziale da inserire nella fattura elettronica, senza il quale il Sistema di Interscambio procede allo scarto della fattura trasmessa.

Inoltre, ai sensi dell’art.25 del D.L. n.66/2014, al fine di garantire l’effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione, le fatture elettroniche emesse verso la PA, dovranno riportare obbligatoriamente:
•    Il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusine previsti dalla Legge n.136 del 13 agosto 2010;
•    Il codice unico di progetto (CUP) in caso di fatture relative a progetti di investimento pubblico.

Si precisa che il Comune non potrà procedere al pagamento di fatture che non riportino i codici CIG e CUP qualora obbligatori.

-<!>-

Riferimenti normativi
- D.M. n.55/2013 e Allegati
- Art. 25 DL 66/2014
- www.fatturapa.gov.it

 

Documenti
Scarica questo file (decreto03042013n55.pdf)D.M. n. 55/2013[ ]146 kB
Scarica questo file (I000680752_002000_D.L_66_del_2014_art.25.pdf)Art. 25 D.L. n. 66/2014[ ]193 kB